Close

7 ottobre 2010

L’offerta come è cambiata?Is the proposal changed?

Dalle Discussioni su Linkedin, Francesco Tamburrino, Milan Area.

” Buongiorno!
Come espressamente scritto nel titolo, com’è cambiato il modo di presentare l’offerta al cliente?
Quando ho iniziato anni fa, in modo abbastanza semplice, si preparava una lettera che si presentava come un elenco di voci e relativi dettagli (mi riferisco al B2B).
Negli ultimi anni, con l’aiuto di diverse tecnologie, l’offerta è diventata una mail con collegamenti a pagine web, minivideo, audio, immagini etc etc. Tutto questo nelle intenzioni originali, doveva servire a dare maggiori informazioni al cliente, distinguersi dalla concorrenza e, perchè no, distrarlo dal prezzo.
Ma dove siamo arrivati? E’ veramente facile per il cliente arrivare alle informazioni che lo aiuteranno a scegliere? Oppure riceve fin “troppe” informazioni?
Pensiamo a quando noi siamo clienti. Prendiamo un qualsiasi prodotto e facciamo caso a quale bombardamento di offerte, promozioni, dati, immagini etc. subiamo, che alla fine abbiamo la sensazione di non avere informazioni a sufficienza per decidere. E tutto ci appare uguale, magari scegliendo solo in base ad una sensazione passeggera.
Quali sono quindi i vantaggi e i limiti di questi strumenti? Come presentate alla fine il lavoro su cui avete lavorato magari per settimane o mesi? “

Rispondi