Close

24 aprile 2014

Rendilo semplice.

Keepitsimple

In diverse occasioni della mia carriera professionale ho avuto modo di verificare  che la complessità di una situazione di vendita, di una trattativa o di una richiesta complessa da parte di un cliente, poteva essere risolta riconducendo il tutto ai minimi termini.

Per quanto difficile ed insormontabile possa essere una iniziativa commerciale, ma non solo nella vendita , la soluzione attesa da entrambe le parti è quasi sempre a portata di mano, facilmente raggiungibile, accessibile a tutti. Peccato che le circostanze, gli eventi , il tempo e tutti i fattori in campo che generano contingenza ed aumentano l’adrenalina del risultato ne oscurano la visuale ai diretti interessati.

E’ come se una istruzione nelle relazioni interpersonali venisse a mancare improvvisamente ed il linguaggio divenuto incomprensibile fra le parti iniziasse ad alimentare il fuoco della diffidenza e del dubbio. Una azione tipica nello stallo delle comunicazioni informatiche è resettare lo scenario, ctrl,alt,canc per ripartire da una situazione più chiara.

Avendo a che fare con persone e menti focalizzate su tematiche di business quante volte vi siete trovati nella condizione di interrompere il confronto con la controparte perché andare oltre non avrebbe prodotto nulla di buono ? Avete mai detto, ” Ok fermiamoci qui , riprendiamo domani” oppure  ” in fondo quello che entrambi vogliamo raggiungere è…questo ” o siete andati direttamente al punto del problema ” quello che Le chiedo è questo “.

Rendere semplice una proposta di vendita rende più forte la sua proposizione, più chiara la comprensione e condivisione, riduce i tempi del confronto, aumenta la fiducia in chi la propone ed in chi la riceve, fa guadagnare ad entrambi tempo prezioso da dedicare allo sviluppo di nuove idee di business.

 

 

 

Rispondi