Close

31 maggio 2017

I Pilastri della Vendita: l’ottimismo.

ottimismo

I Pilastri della Vendita: l’ottimismo.

“ I perdenti vedono dei temporali, i vincenti vedono degli arcobaleni. I perdenti vedono strade ghiacciate, i vincenti mettono su i pattini da ghiaccio! ” Denis Waitley,

Ogni obiettivo sembra irraggiungibile se la nostra mente non ci consente di vedere oltre il punto di arrivo. Il limite da superare è quasi sempre un limite che noi ci imponiamo con la nostra paura di fallire. Per evitare di fare brutta figura o di sottoporci ad impegni che nel breve non danno visibilità sul risultato preferiamo rassegnarci a vivere una condizione che tutto sommato è  accettabile e non richiede troppi sforzi e sopratutto rischi.

In ogni professione questo limite demarca la zona di conforto, quella nella quale nel bene o nel male è possibile sopravvivere dignitosamente alle turbolenze esterne. Questa situazione reprime sul nascere ogni nuova iniziativa, ogni aspirazione velleitaria al cambiamento. Nella vendita attestarsi nella zona di conforto a lungo andare spegne ogni iniziativa e trasforma l’ottimismo per il futuro nella abitudine del presente.

La fiducia in se stessi è il propellente di ogni iniziativa di successo che guida e accompagna l’efficacia nella vendita. Imparare a vendere è possibile, imparare ad essere ottimisti è possibile. La volontà personale nel voler raggiungere questi obiettivi è determinante.

C’è chi ha scritto libri sull’ottimismo ed elencato centinaia di motivi per esserlo.

Ecco 5 atteggiamenti che influenzeranno la tua azione di vendita e ti aiuteranno a vendere meglio e con maggior soddisfazione solo se consentirai a te stesso di essere ottimista.

  • Sarai più motivato. Le difficoltà da affrontare saranno superabili, una ad una, senza che sommandosi e rinviandole diventino un peso ed una scusa a non riuscire. Vedrai le cose per quello che sono, non per l’ostacolo che rappresentano, e passare oltre diventerà naturale e semplice alimentando sempre di più la fiducia in te stesso.
  • Farai una buona impressione. Vedere una persona positiva e motivata infonde in chiunque la incontri una sensazione di positiva, contagiosa ammirazione suscitando consenso e fiducia. Le persone preferiscono relazionarsi con chi trasmette loro quella positività naturale, non sfrontata o artefatta dalla situazione, che fa trasparire un vero piacere nel confrontarsi con chiunque.
  • Sfrutterai le opportunità. Quando sei sicuro che il tuo percorso porterà dei risultati la tua concentrazione per raggiungere l’obiettivo sarà  talmente profonda e consapevole che riuscirai a cogliere in ogni azione l’occasione utile a raggiungere lo scopo. Il successo chiama successo non è un modo di dire ma una predisposizione a cogliere sempre il meglio di ogni situazione .
  • Ti divertirai. L’ottimismo rilassa la mente e la predispone ad una giovialità e serenità fuori dagli schemi. In qualsiasi situazione ti troverai saprai affrontare gli eventi con l’entusiasmo di un bambino alla scoperta del mondo. Vedere sempre il bicchiere mezzo pieno ti farà concentrare su nuovi particolari che ansia e pessimismo nascondo ai tuoi occhi.
  • Vivrai l’attimo. Chi non ha un atteggiamento ottimista guarda sempre al passato, alle esperienze vissute, superate ma sicure perché oramai conosciute. Un ottimista non permette ai sensi di colpa del passato di tornare sui propri passi. Vivere l’oggi, concentrarsi sulle azioni in corso e portarle a termine rapidamente e nel migliore dei modi ti darà il piacere di realizzare le tue aspettative e viverle pienamente ora, non domani.

E voi come affrontate le sfide di ogni giorno? Quanto sono ottimisti i vostri venditori ? Cosa fate per allenarli ad esserlo di più ?

Volete approfondire i temi di questo articolo per la vostra azienda? contattateci o iscrivetevi alla nostra newsletter sul sito web  www.ilcommercialethesalesman.com .

One Comment on “I Pilastri della Vendita: l’ottimismo.

Social Selling e Venditori.
20 giugno 2017 a 07:01

[…] riesce a vedere il futuro con ottimismo,  il venditore riuscirà a comprendere che il tempo dedicato a conoscere e praticare questa […]

Rispondi