Close

27 giugno 2017

Il Social Selling non è per impiegati.

venditore super

Il Social Selling non è per impiegati. Ossia vivi il cambiamento non lo status quo. 

” Il camminare presuppone che a ogni passo il mondo cambi in qualche suo aspetto e pure che qualcosa cambi in noi. ” Italo Calvino

La vendita è un viaggio. Un viaggio che procede con percorsi  diversi a seconda che siamo alcune volte clienti altre volte venditori. In questo viaggio abbiamo modo di conoscere molte cose e fare molte esperienze, alcune le portiamo con noi altre le lasceremo, eviteremo, dimenticheremo…

Il percorso di un professionista della vendita si basa sulle esperienze fatte lungo tutto il proprio cammino. La capacità di trattenere le migliori e rapidamente comprendere e superare le peggiori aiuterà a procedere con maggior sicurezza e rapidità formando il proprio tesoro professionale, l’esperienza.

L’esperienza acquisita sedimenterà nella persona la capacità di adeguarsi o meno al cambiamento. Ho conosciuto venditori che amano cambiare esperienza dopo che hanno completato un percorso presso una azienda e altri che rimangono sullo stesso tracciato molto tempo perché non amano cambiare, o rischiare. Questi ultimi non li definirei propriamente professionisti della vendita ma… impiegati della vendita.

Questa critica ci serve per considerare come, oggi, un professionista della vendita con qualche decennio di esperienza al proprio attivo possa sentirsi predisposto a gestire il cambiamento nell’attuale contesto globale, immerso nel continuo mutare degli scenari di riferimento. I tradizionali schemi di vendita stanno continuamente saltando a favore di nuove modalità e tecniche di relazione che si fondono con le basi della propria attività, esperienza e formazione. Per quanto tempo chi non ama cambiare potrà resistere  ? 

Tutto questo non è più solo una moda del momento ma una necessità per sopravvivere.

Il cambiamento di mentalità e di approccio che si richiede al professionista è epocale. Abbiamo già  detto che per chi non ha mai avuto esperienza di marketing e comunicazione o è predisposto a scrivere e diffondere contenuti il passo di comprendere e far proprie le metodologie social media e inserire il social selling nella sua attività quotidiana non è poi cosi immediato. E non è agevole anche per i manager delle aziende che vogliono avere un ritorno nel breve periodo.  

Il tema oggi però non è solo cambiare e favorire il cambiamento ma quante volte e verso quali orizzonti.  Gestire il cambiamento nella vendita, oggi, vuol dire:

  • Avere una visione strategica in grado di muoversi in una massa incredibile di informazioni disponibili e poterne analizzare e vagliare le opportunità in relazione ai propri obiettivi.
  • Generare una visione di se stessi e della propria azienda che siano estremamente visibili e riconoscibili come marchio nel mare di offerte e contenuti che quotidianamente sommergono i buyer ed i prospect.  
  • Allineare costantemente e continuamente le azioni di marketing con quelle della vendita e muoversi in completa simbiosi esprimendo una visione unica e riconoscibile utilizzando tutti gli strumenti che la rete ed i nuovi media rendono disponibili.
  • Instancabilmente aggiornarsi e formarsi perché la velocità di aggiornamento delle informazioni procede con l’alternarsi del giorno e della notte.

In tutto questo il venditore è completamente immerso e procede nella sua attività di scouting e gestione dei clienti con il supporto di strumenti e metodologie di contatto che lo guidano e supportano per gestire ogni iniziativa esistente e futura. No, direi proprio che non è uno scenario da impiegati.

Voi che ne dite ?

Volete approfondire i temi di questo articolo per la vostra azienda? contattateci o iscrivetevi alla nostra newsletter sul sito web  www.ilcommercialethesalesman.com .

Rispondi