Close

12 ottobre 2017

Social Selling: influenzare uno sconosciuto.

Social Selling: influenzare uno sconosciuto.

Social Selling: influenzare uno sconosciuto. Come influenzare chi può essere un nostro nuovo cliente?

È una semplice regola che ci hanno insegnato da bambini “ mai parlare con chi non si conosce “. Una regola che abbiamo avuto modo di comprendere entrando in relazione con le persone al di fuori della nostra prima cerchia ristretta e protetta di relazione, la famiglia.

A scuola abbiamo però avuto modo di incontrare persone che non avevamo mai visto, i nostri nuovi compagni, e dopo una iniziale resistenza abbiamo iniziato a condividere con loro le nostre esperienze, interessi, attività e con alcuni siamo rimasti in contatto una vita intera.

La rete, come tutti i punti di incontro ed aggregazione, è fatta di persone, come noi, persone buone e cattive, persone introverse ed estroverse ma il modo in cui queste entrano in relazione con noi è fortemente legato al modo in cui noi ci proponiamo e rendiamo visibile la nostra presenza.

Se parliamo solo ed esclusivamente di quanto siamo bravi e dei grandi risultati ottenuti con questo o quel prodotto ci vedranno e giudicheranno come possibili esperti di quella soluzione o prodotto e ci scarteranno per mille altre soluzioni o situazioni simili o parallele in cui non abbiamo manifestato il nostro interesse.

Come abbiamo costruito il nostro profilo o la nostra identità sui social media, legato lo stesso al nostro brand e creato o associato contenuti che parlino di noi e della nostra attività, come lo abbiamo portato in contatto con altre persone, ci rende visibili o meno, positivamente o negativamente, a milioni di persone che possono essere nostri potenziali nuovi contatti, per socializzare o fare business.

Nell’era del cliente entrare in contatto con uno sconosciuto è una condizione di base per poter verificare se quella persona sia effettivamente utile al nostro percorso e noi al suo. Scontato? Forse, ma bisogna metterlo in pratica. È la stessa azione che si fa nella vendita nel valutare nuovi prospect a cui poter presentare le nostre soluzioni e servizi solo che sulla rete questo va fatto in anticipo rispetto al contatto diretto via mail o telefono, per poi passare al contatto personale.

Attirare l’attenzione di sconosciuti potenziali nostri target è la condizione necessaria per poter creare una azione di social selling che sia basata su punti di interesse, informazioni ed esperienze condivise. Anticipare la relazione ancora prima di averla avviata,  ci proietta in una nuova strategia di vendita che ha bisogno di essere monitorata e governata con nuovi strumenti per amplificare le possibilità di contatto.

Fare arrivare le informazioni al nostro interlocutore, prima di un nostro contatto diretto, è infatti la condizione necessaria per abbattere le resistenze e diffidenze, dà il tempo a chi ci osserva di valutare le nostre potenzialità e renderà il primo momento di conoscenza molto più diretto e franco, aperto e collaborativo, perché basato su argomenti e visioni condivise, lo sconosciuto con cui entreremo in contatto non sarà più tale.

E voi come preparate il contatto sui social network con il vostro target ? Quali azioni pianificate ? Quali strumenti avete a supporto? Se volete possiamo parlarne.

Volete approfondire i temi di questo articolo per la vostra azienda? contattateci o iscrivetevi alla nostra newsletter sul sito web  www.ilcommercialethesalesman.com .

Rispondi