Close

Social Selling per Vendere










Fare business con il social selling

Il social selling è la vostra quotidiana gestione della presenza sui social network per trovare nuove relazioni ed opportunità, stabilire contatti di fiducia, e raggiungere i vostri obiettivi di vendita. 

Questa attività è oramai a tutti gli effetti divenuta una consolidata tecnica di vendita che consente una efficace generazione di nuove prospezioni ed integra, qualificandole adeguatamente, le chiamate a freddo oltre a rendere pervasiva e costante la propria presenza con clienti e nuovi prospect. 

Prima attività da affrontare è valutare e analizzare quali siano gli obiettivi della vostra azione di contatto, quali i temi su cui basare il contatto, quali i vantaggi e quale valore il vostro contatto ottiene entrando in relazione con il vostro profilo professionale. 


FATE DELLA VOSTRA AZIENDA UN HUB DI RELAZIONI PER VENDERE.

4 momenti per passare da un nome a un contratto.


CONSIDERATE come agire sul vostro network

portate l’attenzione su: 

1. il vostro marchio aziendale

il mercato B2B è oggi molto selettivo ed avere un marchio forte e riconosciuto nel vostro settore è il vostro primo biglietto da visita . Maggiore sarà la sua riconoscibilità maggiore sarà la possibilità di stabilire una prima concreta relazione .

2. il vostro target ideale 

una azione costante e continuativa sui social media aiuta ad individuare quali prospect soddisfano i criteri del vostro cliente ideale a cui rivolgere le vostre attenzioni. Informazioni su ruolo, funzione, industria, zona geografica, fatturato, numero dipendenti sono oramai disponibili a tutti con LinkedIn.

3. il vostro know how 

la pubblicazione di articoli, presentazioni, testi e la partecipazione a gruppi di discussione specifici sul vostro mercato di riferimento accrescono la visibilità ed attestano la vostra presenza e quella della vostra azienda come esperti su cui poter contare e fare affidamento.

4. il vostro portafoglio referenze

per completare la visione di chi siete aggiungete informazioni su cosa sapete fare ma fatelo dire dai vostri clienti.  Sarà necessario disporre di una lista di referenze rilasciate da vostri clienti nelle aree di intervento del vostro business.   

COINVOLGETE i contatti selezionati

Nell’era dei social media, sfruttare una rete sociale professionale vi consente di essere alla pari con i vostri clienti, loro fanno lo stesso con voi .

Perché usare i social media per la Lead Generation?

La disponibilità di informazioni qualificate e raggruppate in una unica piattaforma con la possibilità di avere viste incrociate su cui fare analisi e selezioni di possibili target  rende l’uso di strumenti come Linkedin la base operativa più veloce ed economica da cui partire per avviare le proprie azioni di scouting.  Ma non esiste solo Linkedin.

È vero che le regole di prospezione stanno cambiando ma il contatto diretto e personalizzato rimane sempre il qualificatore numero uno in una relazione professionale. Se dopo aver ricercato e trovato l’azienda e le soluzioni necessarie il manager non ha una immediata ed adeguata corrispondenza con un contatto reale tutto quanto visto sulla rete svanirà come una bolla di sapone. Una cosa che i social media ancora non danno è confermare fiducia, serietà ed empatia.

COSTRUITE un percorso di successo

Passando dal virtuale al reale, dopo il primo incontro che ha confermato le vostre potenzialità di supporto il manager della azienda vorrà vedere in voi un valido consulente in grado di poter guidare e facilitare la ricerca della soluzione attesa. 

La vostra conoscenza e capacità di prospezione e scouting e la padronanza dell’uso dei social media e della rete dovranno essere a questo punto utili per fornire suggerimenti personalizzati in grado di confermare la validità e qualità delle vostre soluzioni. In questo momento dovete vendere la visione della soluzione e come poterla raggiungere in un percorso condiviso che non lascerà mai solo ed in dubbio il vostro interlocutore.

COLLABORATE per creare un punto di riferimento

Fornite tutte le informazioni necessarie, lasciate al vostro manager il tempo per poterle confermare in autonomia, non forzate l’iniziativa . 

Se l’azione di consulenza è stata recepita adeguatamente riceverete nuove richieste di approfondimento e avrete modo di contribuire attivamente alla costruzione della soluzione attesa dal vostro nuovo cliente. 

In questa fase l’impegno a proseguire dovrà essere concretizzato e formalizzato con un incarico assegnato alla vostra azienda per dare seguito ad una collaborazione che da consulenziale si trasformerà in partnership di business.